SOFIA Network:

News

Print

Europa dell’Est

Europa dell’Est

Print

Africa

CAMERUN

Il Camerun ha uno dei più alti tassi di alfabetizzazione in Africa ( 67,9%), ma il suo livello di corruzione - molto elevato anche per gli standard africani - blocca il suo sviluppo.

Gran parte della popolazione (48%) vive sotto la soglia di povertà, e il reddito medio pro capite è pari a 2.30 $.

Il nostro lavoro in Camerun è iniziato nel maggio 2007, a Hina nella provincia Far North. La scelta di Hina è intenzionale. Vogliamo offrire sostegno alla popolazione in uno dei luoghi più poveri del Paese. La provincia di Far North infatti ha il tasso di analfabetismo più alto del Camerun: il 90% delle donne è analfabeta e solo il 40% dei bambini frequenta la scuola.

Per affrontare questa situazione, stiamo costruendo un asilo nido e un collegio, per permettere ai bambini di frequentare la scuola.

Il Progetto in evidenza/risalto/primo piano - Costruzione Scuola Materna

Località: Hina – Far North
Settore: Educazione
Beneficiari: 80 Bambini; età 3-6
Obiettivo: Offrire una soluzione alla mancanza di strutture scolastiche e soddisfare le esigenze di molte famiglie povere nel nord del Camerun. Aumentare il livello di istruzione, preparare ed incoraggiare i bambini e le loro famiglie a frequentare la scuola primaria.

Attività: Costruzione di un’infrastruttura formata da due aule ed un ufficio. Sviluppo di campagne di sensibilizzazione per il coinvolgimento delle famiglie.

 

 

 

Dai il tuo contributo

 

UNIONE DELLE COMORE

L'Unione delle Comore è uno stato insulare dell'Africa Orientale posto all'estremità settentrionale del Canale del Mozambico, nell'Oceano Indiano. La nazione è composta da tre isole vulcaniche: Grande Comore, Moheli e Anjouan, mentre la vicina isola di Mayotte è amministrata dalla Francia.

L'Unione delle Comore (163esimo nella classifica dell'Indice di sviluppo umano delle Nazioni Unite – dati 2011), è uno dei Paesi più poveri del mondo, con il 63% della popolazione costretta a vivere con meno di 2 $ al giorno. È politicamente instabile, ha poche risorse naturali, un basso livello di istruzione e un sistema sanitario deficitario.

Convinti che si possa fare la differenza, lavoriamo per offrire cure sanitarie alla popolazione  attraverso i 14 centri sanitari presenti nella Grande Comore (Bahani, M'Bangani, Dibwani, Mwandzaza, N'Druwani, Sidju, Dembeni, Ifundihe, Simbusa e Tsinimwapanga), ad Anjouan (in Mutsamudu) ed a Mohéli (Fomboni).

 

 

Dai il tuo contributo

 

REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO

La Repubblica Democratica del Congo (RDC) è, secondo il Rapporto delle Nazioni Unite sullo sviluppo umano 2011, l’ultimo paese classificato.

Assenza di infrastrutture, mancanza di elettrificazione, e un territorio vasto come l’Europa, rendono il paese, un luogo ostile e complesso.

Ancora oggi in Congo 1  bambino su 5 non raggiunge i 5 anni di vita.

Convinti che istruzione e salute siano le strade da seguire per migliorare lo sviluppo umano in modo sostenibile, abbiamo creato una vasta rete di centri educativi e sanitari nella provincia di Katanga, che si estende dalle città di Lubumbashi e di Kolwezi alle regioni rurali di Sandoa, Kapanga e Kalamba.

 

I progetti in evidenza

Nascere sani nella savana del Congo (link pagina Reparto di maternità in Congo)

ELKAP: Elettrificazione in Kapanga (link ad Energia Verde)

 

MOZAMBICO

Il Mozambico è uno Stato dell'Africa Orientale divenuto indipendente dal Portogallo nel 1975, con una popolazione di circa 18 milioni di abitanti, la maggior parte dei quali (54%) vive sotto la soglia di povertà.

Siamo presenti in Mozambico dal marzo 2005, a Chókwè (provincia di Gaza) e Maputo, la capitale. Organizziamo seminari di formazione per sviluppare tra la popolazione coscienza critica sulla fede e su importanti questioni quali la disoccupazione, la fame, la violenza domestica, la giustizia e la pace.

Il Progetto in evidenza: Formazione per catechisti

 

Località: Mozambico, Chókwè

Settore: Pastorale

Beneficiari: 70 partecipanti (Beneficiari diretti); 2 parrocchie - 34 cappelle - 160.000 abitanti.

Obiettivi: Formare i catechisti sui valori umani e cristiani per la promozione della Chiesa locale. Sviluppare tra la popolazione una coscienza critica nei confronti di questioni sociali come la disoccupazione, la fame, la violenza e l’ecologia.

Attività: Organizzare workshops di formazione per i laici, incentrati su catechesi, giustizia e pace.

 

Dai il tuo contributo

 

TANZANIA

La Tanzania è uno Stato dell'Africa orientale. Grazie alla sua stabilità politica (dal 1977 il Paese è stato retto dal partito unico Chama Cha Mapinduzi - Partito della Rivoluzione) è in crescita contenuta ma costante benchè sia tuttora uno dei Paesi più poveri del mondo. Il 60% della popolazione è privo di elettricità ed il 40% non ha accesso all'acqua potabile.

Noi lavoriamo nella parte più povera del paese - il sud - dove gestiamo diverse scuole, e tre dispensari.

Orgoglio di tutti i progetti Salvatoriani à la Jordan University che nata come istitutoto teologico si è trasformato in pochi anni in un centro di eccellenza nella formazione in varie discipline quali: insegnamento, economia e management.

Il numero degli iscritti è passato pochi anni a diverse migliaia di giovani che giungono da vari paesi dell’Africa e che saranno a breve in grado di portare nuove competenze all’Africa

 

Il Progetto in evidenza: Espansione del Jordan University College                       

Località:               Morogoro

Settore:                 Educazione Universitaria

Beneficiari:          4900 Ragazzi/e

Obiettivo:             Aumentare la capacità e la qualità dell'istruzione superiore al Jordan University College. Contribuire a sviluppare le necessarie conoscenze e competenze per trasformare l’Università in un polo di eccellenza in grado di formare nuova classe dirigente.

Attività:                 Costruzione e arredamento di nuove aule e stanze per alloggi;

Reclutamento e formazione del personale docente per i nuovi programmi accademici.

 

Dai il tuo contributo à Adotta uno studente che non puo proseguire gli studi

                              

Print

5 per mille

Print

What we do

SOFIA promotes and improves the education of children in the Democratic Republic of Congo, India, the Philippines, Tanzania, and Venezuela. The Salvatorian missionaries create places for new students and make sure that children can study and play under better conditions; the Salvatorians initiate programmes for the scholastic recovery of boys and girls who have abandoned school.

SOFIA is also engaged in basic health care projects and in a programme combating HIV/AIDS in Kenya with a focus on children, youth and women.

In 2014 we will finish the construction of a micro-hydroelectric power plant in the Congolese hinterland to supply electricity to the territory of Kapanga. This rural development project will boost local change in a sustainable manner. We are particularly happy about and proud of the positive appreciation of our work by the European Commission, which made a significant contribution.


Finally, we carry out pastoral work, with a special focus on preparing over 500 young Salvatorians in Africa and Asia to work in difficult environments. 

Education

Health

Rural Development

Pastoral Work

Print

Health

SOFIA and the Salvatorians know well that children born in the South are over 13 times more likely to die within the first five years of life than children born in an industrialized country. Every minute a woman dies of complications related to pregnancy and childbirth in developing countries. The vast majority of people infected with HIV – 33 million in 2007 – live south of the Sahara. There are around 500 million cases of malaria worldwide each year and the disease annually kills over 800,000 children under five in sub-Saharan Africa.

In developing countries the greater part of these fatal illnesses and viruses would be avoidable or curable if people had access to basic health care and treatment.
Because of this we invest in health, we run dispensaries and set up information campaigns in the D.R Congo, in Tanzania and on the Comoros Islands.
Our aim, above all, is to reduce child mortality, improve maternal health, as well as combat HIV/AIDS, malaria and other diseases. (Millennium Development Goals 4-6).
Support our health projects

 


Ntita-Kapanga Centre de Santé - Images by Gabriele Orlini